Home Criptovalute Criptovalute emergenti, ecco le migliori su cui investire

Criptovalute emergenti, ecco le migliori su cui investire

291
0
Criptovalute emergenti, quali scegliere
Fonte: Pixabay

Negli ultimi anni, le criptovalute hanno riscosso un interesse crescente da parte degli investitori. Non c’è dubbio che questo interesse sia iniziato a partire dal successo del padre di tutte le criptomonete, il Bitcoin. Esistono però molte altre criptovalute emergenti che hanno via via incontrato l’interesse degli appassionati.

Da quando il Bitcoin è stato lanciato nel lontano 2009, infatti, molte altre criptomonete sono state introdotte nel mercato, con alterni successi. Alcune sono scomparse tanto rapidamente quanto velocemente erano state lanciate. 

Altre, hanno invece ricevuto un successo che, se non paragonabile a quello del Bitcoin, le ha fatte diventare un punto di riferimento per gli investitori. Tra le più conosciute vanno sicuramente citate Bitcoin Cash, nata da una fork del Bitcoin, ed Ethereum.

Non si tratta però delle uniche criptomonete degne di interesse per un possibile investimento, perché altre criptovalute emergenti si stanno facendo strada nel mondo dei cosiddetti altcoin. Dobbiamo aggiungere che, alla fine, molte delle criptovalute emergenti, restano quelle classiche. Ne parleremo tra poco.

Un metodo ideale per investire sulle criptovalute alternative è iscriversi alla piattaforma eToro cliccando qua. eToro non solo è il broker online più utilizzato dagli utenti, ma offre un numero sempre crescente di criptovalute su cui investire, comprese quelle di cui vi parleremo in questo articolo.

Qui sotto, una tabella riassuntiva delle piattaforme da noi consigliate per investire in criptovalute alternative. Se invece vuoi capire cosa sono le criptovalute, ti consigliamo di leggere questa guida.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Criptovalute Emergenti da considerare per il 2021

Come avrai capito, anche per diversificare il proprio portafoglio di investimenti rispetto al Bitcoin, è utile però conoscere altre criptovalute emergenti per il 2021 sulle quali poter puntare nei prossimi mesi e che stanno avendo un andamento interessante, sia tra quelle più nuove, che tra quelle che sono sul mercato da un po’ ma che promettono buone performance. Non perdiamo altro tempo quindi, e andiamo ad analizzare le crypto emergenti!

Nuove Criptovalute emergenti: Polkadot

Una criptomoneta che ha riscosso grande successo nel 2020 è sicuramente Polkadot. La vedremo esplodere anche nel 2021, almeno cosi’ sembra.

Lanciata a maggio, ad agosto aveva già avuto una crescita del 200%. Secondo alcuni analisti, potrebbe raggiungere addirittura la top 3 delle maggiori criptovalute per market cap.

Polkadot è legata a un progetto open source della Fondazione Web3, una Fondazione Svizzera creata per facilitare un web decentralizzato e user-friendly. Si tratta di un protocollo condiviso che consente alle reti blockchain di operare insieme. 

Polkadot mira a creare una Rete interamente decentralizzata in cui gli utenti hanno il controllo. Il protocollo di Polkadot è costruito per collegare catene private e consorzi, reti pubbliche e senza autorizzazione, tecnologie future. 

ChainLink, Criptovaluta in crescita del 600% nel 2020

Un’altra criptovaluta emergenze che consigliamo di tenere in considerazione è Chainlink, che nel corso del 2020 ha conosciuto una crescita di oltre il 600%. Quotata a 1,81$ il 1 gennaio, a fine ottobre aveva superato il prezzo 11$.

ChainLink è una rete oracle decentralizzata che fornisce dati reali ai contratti intelligenti sulla blockchain. LINK è la criptovaluta utilizzata per pagare i servizi sulla rete.

L’ecosistema Chainlink si basa dunque sulla rete ChainLink e sul token LINK. Al momento, le soluzioni Chainlink sono costruite sulla blockchain Ethereum, ma l’azienda intende supportare tutte le principali catene di contratti intelligenti.

Investi in modo facile nel mondo delle criptovalute iscrivendoti ora a eToro

Investire su Uniswap

Lanciato a maggio nel 2020, Uniswap è un protocollo su Ethereum per lo scambio di token

Mentre tradizionalmente gli scambi di token richiedono agli acquirenti e ai venditori di creare liquidità, Uniswap crea automaticamente i mercati. A differenza della maggior parte degli scambi che fanno pagare delle commissioni, UnisWap è stato progettato con una struttura tariffaria molto bassa e senza commissioni.

Uniswap risolve dunque il problema della liquidità consentendo lo scambio automatico di token ed è uno degli scambi decentralizzati più popolari nel DeFi.

Nel settembre 2020, Uniswap ha creato e assegnato agli utenti passati del protocollo il proprio token di governance. L’introduzione del token ha aggiunto sia un potenziale di guadagno che la possibilità per gli utenti di prendere decisioni riguardanti il futuro di Uniswap.

Dal suo lancio di di settembre, la criptomoneta legata a Uniswap ha restituito un ROI (return of investment) del 131% e questo la rende un potenziale investimento molto interessante.

Criptomonete emergenti, il fenomeno chiamato DAI

DAI si distingue dalle criptomonete precedentemente citate per il fatto di essere una stablecoin. Il suo obiettivo in termini di prezzo è quello di mantenersi il più possibile vicina a un dollaro americano.

Il prezzo del DAI è tenuto sotto controllo attraverso un sistema di contratti intelligenti che si eseguono automaticamente. Se il prezzo del DAI fluttua troppo lontano da un dollaro, i token maker (MKR) vengono bruciati o creati per stabilizzare il prezzo del DAI.

Questa sua caratteristica di stabilità, la rende particolarmente adatta come metodo pagamento, rispetto alle tradizionali criptovalute dotate di alta volatilità

Il fenomeno chiamato DEFI 

Defi criptomonete

DeFi è l’abbreviazione di Decentralized Finance (finanza decentralizzata). Il nome si riferisce si riferisce ai servizi finanziari che utilizzano contratti intelligenti, che sono accordi esecutivi automatizzati che non hanno bisogno di intermediari fisici e utilizzano invece la tecnologia blockchain online.

Si tratta come è facile comprendere di un’innovazione potenzialmente rivoluzionaria ed è questo il motivo del suo successo.

In questo senso, la maggiora affermazione finora è stata quella avuta nel settore dei prestiti. Tramite la DeFI, è possibile dare e ottenere prestiti in modo completamente decentralizzato e anonimo

La DeFI sta dunque sicuramente rivoluzionando il mercato delle criptovalute. Tra settembre 2017 e oggi, il valore totale bloccato nei contratti DeFi è esploso da 2,1 milioni di dollari a oltre 11 miliardi di dollari. 

Ciò ha favorito ha spinto un massiccio aumento del valore (capitalizzazione di mercato) di tutti i token commerciabili che vengono utilizzati per i contratti intelligenti DeFi. Tra questi, i precedentemente citati Chainlink, Dai e Uniswap, tutti e tre nella top 5 dei token usati per i contratti DeFi.

Criptovalute emergenti, investire su Ripple

criptovaluta emergente ripple

Un altcoin con un buon potenziale nel mercato attuale è sicuramente Ripple (XRP)

Rilasciata nel 2012, Ripple è sia una criptomoneta che una piattaforma, che sfrutta la tecnologia blockchain per consentire alle banche, ai fornitori di pagamenti, a chi scambia asset digitali e alle aziende di inviare denaro a livello globale, utilizzando questa valuta.

Ripple ha la propria criptomoneta, ma permette a tutti di utilizzare la sua piattaforma tramite RippleNet, una rete di fornitori di pagamenti istituzionali come banche e aziende di servizi, che utilizzano la tecnologia sviluppata da Ripple per inviare denaro a livello globale

Una caratteristica che rende Ripple un investimento interessante, è proprio il fatto di essere agganciata all’economia reale e a veri scambi di valuta, e non invece una criptomoneta meramente speculativa.

In questo senso, Ripple sta aggiungendo sempre più banche (al momento sono oltre 100) e aziende alla sua rete di collaborazioni. Recentemente, ha collaborato anche con la Banca Nazionale d’Egitto.

E’ probabile che sempre più banche collaboreranno con Ripple nel prossimo futuro con l’aumento della diffusione delle criptovalute, e per questo essa può costituire un investimento conveniente, non solo nel breve periodo.

Registrandoti ad eToro cliccando qui, potrai iniziare subito a investire su Ripple, anche copiando trader esperti tramite la funzione esclusiva di CopyTrading. O, se preferisci prima fare esperienza, potrai anche approfittare dei conto demo di 100.000$ per scambiare le criptovalute.

Criptovalute emergenti 2020, investire su ZCash

zCash Criptovaluta emergente

Zcash è una criptomoneta che ha puntato tutto sulla privacy dei suoi utenti. 

Come accade per Bitcoin, i dati delle transazioni di Zcash vengono inviati a una blockchain pubblica; ma a differenza della prima criptovaluta, essa assicura che i dati personali e delle transazioni rimangano completamente confidenziali

La tecnologia sviluppata da Zcash consente di verificare le transazioni senza rivelare i dati del mittente, quelli del destinatario e l’importo della transazione. Le funzionalità di divulgazione selettiva all’interno di Zcash consentono a un utente di condividere solo alcuni dettagli della transazione, quelli necessari per il controllo della transazione o la verifica di conformità.

Dal suo lancio nel 2016, la criptovaluta è diventata popolare tra gli appassionati e tra gli investitori. Zcash è stata supportata da coloro che credono nel progetto e da molti trader che ritengono che il suo prezzo aumenterà in futuro, rendendola una delle criptovalute emergenti di maggiore successo nel 2020.

Una piattaforma che consente in modo semplice e sicuro di investire su Zcash è IQ Option. Ti consentirà di farlo tramite i CFD (contract for difference): questo significa che non acquisterai direttamente la criptovaluta, ma farai trading sui movimenti dei prezzi dell’asset in questione.

IQ Option è amata dai nuovi investitori anche per un deposito minimo richiesto per iniziare a operare molto basso, di soli 10 euro.

Puoi provare IQ Option ora registrandoti gratuitamente qui.

Criptovalute emergenti, la cinese NEO

La Cina è uno dei mercati finanziari cresciuti più velocemente negli ultimi anni, ed è quindi normale che essa sia oggetto di grande interesse da parte degli investitori. Viene spontaneo quindi chiedersi se ci sia una criptomoneta legata all’economia cinese su cui puntare.

La criptovaluta più importante da questo punto di vista è sicuramente il NEO. E’ stata lanciata nel 2014 in Cina, ma ha preso questo nome solo nel 2017. Una delle conseguenze dell’essere nata in Cina è l’estrema attenzione nel rispettare le normative del suo paese, cosa che la differenzia rispetto agli altercoin nati in Occidente.

Mentre le risorse digitalizzate e i contratti intelligenti sono popolari anche su altre piattaforme blockchain come Ethereum, la terza caratteristica chiave, ovvero quella che  viene chiamata “identità digitale” ,rende NEO diversa dalle altre criptomonete.

Ogni individuo, azienda o qualsiasi altra entità che opera sulla piattaforma NEO, deve avere un’identità digitale unica che possa essere verificata. Persone, imprese e progetti hanno la possibilità di effettuare transazioni tra di loro solo se l’altra parte ha l’identità richiesta, il che rende la rete NEO conforme alle normative cinesi.

Quello che maggiormente ci interessa, tuttavia, è proprio il fatto che sia la più importante criptovaluta utilizzata in un mercato importantissimo come quello cinese, e per questo la riteniamo un investimento da prendere seriamente in considerazione.

criptovalute emergenti neo e dash

Criptomonete, investire su Dash

Un’altra tra le criptovalute emergenti che potrebbe costituire una buona prospettiva di investimento nei prossimi mesi è Dash

Dash è un protocollo open-source che ha avuto origine come fork della blockchain Bitcoin . La moneta ha guadagnato notorietà per il suo approccio unico al mercato. Dash si concentra infatti principalmente sulla privacy e sulla velocità delle transazioni. Di conseguenza, le transazioni Dash sono quasi istantanee e quasi impossibili da rintracciare.

Dash è diventata popolare a causa della sua importante gamma di caratteristiche. Molte di queste caratteristiche erano nuove per il mercato quando Dash le ha introdotte. Ancora oggi, Dash continua ad essere una delle criptomonete di maggior successo tra chi cerca velocità nelle transazioni e privacy.

Dunque, in un portafoglio diversificato di criptovalute su cui investire nel 2020 e anche nei mesi successivi, Dash rappresenta una certezza, perché si tratta di una criptomoneta già affermata ma anche con forti possibilità di crescita.

Oltre ai broker citati in precedenza, se vuoi investire su Dash e su altre criptovalute emergenti ci sentiamo di consigliarti ForexTB (iscriviti ora cliccando qui). Si tratta di un broker molto attento alla formazione che mette a disposizione dei suoi utenti corsi e videolezioni riguardanti anche l’affascinante mondo delle criptovalute. E questo può certamente aiutarti a non commettere errori nei tuoi primi passi nel mondo del trading delle criptovalute.

Fnality, JPM Coin e Libra: quanto manca al lancio di questi stablecoin?

Una notizia che ha fatto molto discutere negli ultimi due anni tutti gli appassionati di criptomonete, è l’annunciato ingresso nel mercato delle monete elettroniche Fnality, che ha alle sue spalle 14 banche internazionali e Nasdaq; JPM Coin, che nascerà sotto l’egida di JP Morgan e Libra, la molto discussa moneta legata a Facebook Inc.

Elemento comune di questi tre progetti è il fatto che le annunciate monete sono state classificate come stablecoin. Caratteristica di uno stablecoin, come il termine inglese fa intuire già dal nome, è quella di distaccarsi dalla tipica volatilità delle criptomonete, per opporre ad essa invece una stabilità dei prezzi.

Questo scopo viene ottenuto tenendo la propria valuta ancorata a un altro asset. Questo asset può essere solitamente di 3 differenti tipi:

  • Fiat: in questo caso lo stablecoin è garantito da una valuta tradizionale, come dollaro, euro o sterlina. Ad esempio, se ci sono in circolazione 100.000 stablecoin ed essi sono ancorati al dollaro, dovrebbero essere custoditi, a garanzia della stabilità, 100.000 dollari
  • Criptovalute: lo stablecoin in questo caso è garantito da un’altra criptovaluta, come ad esempio il Bitcoin
  • Metalli preziosi: per ottenere la stabilità del suo valore, lo stablecoin viene ancorato a una certa quantità di metallo prezioso, come ad esempio un grammo di oro

Fnality, lancio imminente?

Il concetto di stablecoin è preesistente all’annuncio del lancio di Fnality, JPM Coin e Libra, ma certamente il futuro ingresso nel mondo delle criptomonete di big dell’economia internazionale, ha causato all’inizio un comprensibile scossone su tutto il mercato delle criptovalute.

Anche se al momento non è ancora possibile acquistare queste monete o investire su di esse, non essendo state ancora immesse nel mercato, i movimenti e le novità che le riguardano vanno attentamente monitorati perché potrebbero diventare un interessantissimo investimento in chiave futura.

Tra queste, la prima a vedere la luce potrebbe essere Fnality, ii cui CEO ha recentemente definito “molto vicino” il lancio della criptovaluta.

Su quale criptovaluta investire oggi
Fonte: Pixabay

Criptovalute alternative, il successo di Eos

Rispetto alla domanda su quale criptovaluta investire oggi per affiancarla al trading Bitcoin, è giusto citare anche EOS

Eos è una criptovaluta lanciata nel 2017, il cui obiettivo dichiarato è è quello di costruire una rete in grado di elaborare milioni di transazioni al secondo. La sua ICO (offerta iniziale di monete ) è durata ben 250 giorni, diventando così la più lunga di tutti i tempi. 

Anche la somma raccolta, oltre un miliardo di dollari, rende il suo lancio uno di quelli di maggior successo nella storia degli altercoin.

Dopo un picco di valore di 22 dollari raggiunto nel 2018, ha conosciuto un 2019 ribassista che l’ha fatta scendere fino a 2,43$. Il 2020 è stato però un anno di ripresa e poi di stabilizzazione del suo mercato.

Quello che andrà valutato, è se potrà ora riprendere la sua corsa verso quel massimo di 22 dollari realizzato nel 2018. Mutamenti di valore di questo tipo sono impensabili nel mondo delle valute tradizionali, ma si sono verificati spesso nel mondo delle criptomonete. Per questo, si può considerare EOS tra gli investimenti degni di essere presi in considerazione.

Su qualunque criptovaluta si decida di investire, è importante però scegliere broker sicuri e certificati. In questo senso, quella di Trade.com (puoi iscriverti in pochi minuti cliccando qui) è una piattaforma che puoi utilizzare in piena sicurezza. La piattaforma ti offre inoltre una scuola di trading gratis, che può essere particolarmente utile nel caso di un mercato particolare e volatile come quello delle criptovalute.

Criptovalute emergenti, considerazioni conclusive

Il mondo delle criptovalute ha avuto un’importante crescita negli ultimi anni, ed ha attirato una grande attenzione da parte degli investitori.

Spesso molte persone che si avvicinano agli investimenti sulle criptovalute si concentrano esclusivamente sul Bitcoin. Se questo approccio è comprensibile, essendo questa la prima e la più conosciuta delle criptomonete, può però essere utile diversificare il proprio portafoglio con altri asset.

Nel consigliare alcune criptovalute emergenti sulle quali investire, abbiamo tenuto in particolare considerazioni fattori quali il legame con economia e scambi reali, il mercato di provenienza, il fatto che abbiano una forte community di appassionati che le sostengono.

Quando si opera su questo come su altri tipi di investimenti, è in ogni caso importante da una parte operare una ponderata gestione del rischio di perdere il capitale investito, dall’altra scegliere piattaforme di broker affidabili. Sotto ti proponiamo, in chiusura, una tabella riassuntiva dei broker da noi consigliati

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Criptovalute emergenti, domande frequenti

Investire su altre criptovalute ti permette di diversificare il tuo portafoglio di investimenti rispetto al solo Bitcoin.
La più conosciuta criptovaluta nata in Cina è il NEO, che si distingue dagli altercoin occidentali per il fatto di seguire rigorosamente le normative cinesi.
Uno stablecoin è una criptomoneta che ha come obiettivo quello di ottenere stabilità del proprio valore, in contrasto con la volatilità degli altri altercoin.
E’ particolarmente importante scegliere broker sicuri e certificati per i propri investimenti. In questo articolo ti consigliamo le più affidabili