Home Criptovalute Comprare Ethereum conviene davvero? La guida completa

Comprare Ethereum conviene davvero? La guida completa

411
0
Investire in Ethereum
Fonte: Pixabay

Ti chiedi spesso cos’è Ethereum e come funziona? Stiamo parlando di una delle criptovalute più importanti dopo Bitcoin. Immagina che la stessa Ethereum è seconda in termini di capitalizzazione, ciò significa che è una delle più ambite per un trader professionista.

Ma cosa distingue Ethereum da tutte le altre? Prima di esporre le differenze rispetto alle altre monete rappresentate digitalmente, è bene spiegarne il reale significato e parte della sua storia, che potrebbe influire molto sulle tue scelte future.

Per investire e comprare Ethereum, la soluzione migliore sarebbe quella di affidarsi innanzitutto ad un broker autorizzato come eToro. Successivamente usufruire delle due features quali social e copy trading.

Entrambe queste caratteristiche, ti consentono sia di poter confrontarti con tutti gli altri membri iscritti alla piattaforma, sia di copiare le strategie degli investitori di successo, la quale hanno già una certa padronanza in questo settore.

Iscriviti su eToro ed inizia con un account demo gratuito!

Naturalmente come di consuetudine, ti suggeriamo di affidarti soltanto a piattaforme di trading online autorizzate ad operare nei mercati finanziari, la cui licenza viene concessa dalla CONSOB e CySEC. Ecco la lista completa di broker autorevoli!

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Cos’è Ethereum? Parte della sua storia

Cosa è Ethereum, storia
Fonte: Pixabay

Parlando esclusivamente di Ethereum e definendo “cos’è” nell’esattezza, questa criptovaluta potremmo definirla come un computer virtuale basato su un sistema decentralizzato. Perché associare questi due grandi paroloni?

Computer virtuale perché questo device sta in rete, decentralizzato perché come preannuncia la parola, nessuno può controllarlo, monitorarlo, attaccarlo o persino censurarlo. Ma allora è un rischio investire in Ethereum? Cerchiamo di capirne di più.

Ethereum però, non è soltanto una criptovaluta, al contrario di quanti trader neofiti possano pensare. Infatti alla stessa vanno aggiunge due definizioni molto importanti: smart contract ed eTher, che è di per sé la sua reale valuta digitale.

Il mondo delle criptovalute è in evoluzione, sempre più investitori vedono delle potenzialità in questo settore, specialmente in quel che riguarda Ethereum. Ma perché investire in quest’ultima, se già c’è il Bitcoin con forte capitalizzazione?

Prima di approfondire, va detto che nonostante le criptomonete abbiano del potenziale, per poter capitalizzare il proprio denaro in esse, servono competenze, preparazioni specifiche e tanto studio. Formazione che puoi fare in una delle piattaforme autorizzate.

Un esempio potrebbe essere IQ Option, che oltre ad essere regolarmente autorizzato e con licenza da parte della CONSOB (Commissione nazionale per le società e la Borsa), ti consente di depositare una piccola somma di denaro pari a 10€.

Iscriviti ad IQ Option depositando soltanto 10€ !

Cosa sono gli Smart Contract di Ethereum?

Gli Smart Contract di Ethereum sono definiti così e di proprietà di quest’ultimo sistema decentralizzato, perché viaggiano sulla sua stessa connessione di rete e perché riescono (con la loro intelligenza artificiale) a favorire le due parti di un contratto: chi offre il bene/servizio e chi ne usufruisce.

Questi software sono utilizzabili anche tramite le applicazioni di trading online, in modo tale che qualora un trader volesse usufruirne soltanto tramite smartphone e non PC, possa farlo senza alcun vincolo.

I cosiddetti contratti intelligenti hanno la capacità e autorevolezza, di essere paragonati persino a qualsiasi ulteriore documento redatto da un notaio o avvocato. Gli Smart Contract si basano infatti, su condizioni e clausole con forti potenzialità e soprattutto, basati su fatti reali.

Il vantaggio di Ethereum è sicuramente quello di possedere i propri Smart Contract sulla propria rete. Ti ricordiamo che quest’ultimi sono dei software sviluppati tramite codice sorgente, per questo motivo non possono essere utilizzati da chiunque.

I contratti intelligenti negli ultimi anni, sono sempre più utilizzati per portare a termine importanti operazioni finanziarie, per campagne di crowfounding, registrare domini e persino per gestire i sistemi elettorali.

A ciò dobbiamo fare una precisazione molto importanti: gli Smart Contract di Ethereum non funzionerebbero senza la valuta reale digitale, Ether.

Cos’è Ether di Ethereum

Ether è la criptovaluta per eccellenza di Ethereum. Infatti, è sbagliato quando molti trader associano ad Ethereum la parola “criptomoneta”. No, perché l’effettiva valuta rappresentata digitalmente è proprio Ether.

La criptomoneta Ether viene pagata e “comprata” dagli utilizzatori di Ethereum, che a sua volta servirà per poter ripagare la potenza di calcolo che viene sfruttata dal software degli Smart Contract, altrimenti non funzionerebbero.

Qualora si volesse paragonare la criptomoneta di Ethereum al funzionamento di Bitcoin, si dovrà intende obbligatoriamente e correttamente, Ether.

Ethereum e Bitcoin a confronto: quali sono le differenze

Quali sono le differenze Bitcoin e Ethereum
Fonte: Good Free Photos

A questo punto ti starai chiedendo: quali sono le reali differenze tra Ethereum e Bitcoin? Effettivamente, nonostante i due sistemi sono il risultato del cosiddetto mining, allo stesso tempo si distinguono l’una dall’altra per diverse cose.

Innanzitutto, Ethereum è basato su un sistema per favorire lo sviluppo di applicazioni decentralizzate e l’obiettivo principale è quello di usare gli Smart Contract. Bitcoin invece, si focalizza sulla vera e propria sostituzione alla moneta classica.

In termini di investimento, al di là del valore differente, si possono usare su piattaforme di trading online praticamente uguali. Ad aggiunzione di quelle già citate, possiamo parlare benissimo di Trade.com. Un broker regolamentato e con licenza CySEC, che dà l’opportunità di poter investire sfruttando i soldi virtuali.

Fai formazione gratuita su Trade.com !

Un’altra differenza tra Ethereum e Bitcoin è la politica monetaria. Se da un lato, la prima valuta (Ether per Ethereum) ha una disponibilità illimitata, dall’altro, quella di Bitcoin è fissata per un massimo di 21 milioni di unità.

Infine, se Ethereum è basata su un sistema programmabile in tutte le sue parti, dall’altro Bitcoin non lo è. Ecco perché nel primo caso per tantissimi trader, il metodo è certamente più efficiente.

A quanto ammonta il valore di Ethereum

Il valore di Ethereum è decisamente elevato, ma ogni qualvolta volessi investire nella sua valuta digitale (Ether), la soluzione è quella di affidarsi al grafico dei broker per decretare il suo andamento di mercato grazie alla quotazione in tempo reale.

Presso il sito web CoinMarketCap, è possibile osservare quali sono le criptovalute con la maggior capitalizzazione. Ethereum risulta seconda, alle spalle della comunissima e famosissima Bitcoin e davanti Ripple. Ecco i suoi valori su base annuale (in termini di dollari):

  • 1° gennaio 2016: 72 milioni
  • 1° gennaio 2017: 715 milioni
  • 1° gennaio 2018: 74,7 miliardi
  • 1° gennaio 2019: 14,6 miliardi

Una data importante di Ethereum è senza dubbio il 13 gennaio dell’anno 2018. Proprio quel giorno, il sistema decentralizzato raggiunse la sua maggior capitalizzazione dell’intera vita: ben 135,4 miliardi di dollari. Una cifra che forse era addirittura “inimmaginabile”.

Come si può notare dalla tabella qui sopra esposta, la crescita della valuta Ether è stata esponenziale di anno in anno. Si è passati dai 715 milioni dell’anno 2017 ai 74,7 miliardi soltanto un anno dopo.

Secondo molti investitori, la potenzialità degli Smart Contract di Ethereum, a lungo termine potrebbe favorire una maggiore agevolazione e superare persino l’attuale criptomoneta per eccellenza, Bitcoin.

Come funziona il sistema di Ethereum

Ethereum si basa sulla blockchain, in cui ogni operazione effettuata viene memorizzata in un registro pubblico. Per ogni blocco, prima che venga registrato, la validazione dovrà avvenire dagli altri utenti partecipanti alla piattaforma.

Il computer virtuale decentralizzato su cui si appoggia la rete Ethereum è noto come EVM (Ethereum Virtual Machine). Il funzionamento avviene esclusivamente tramite dei PC costantemente accesi, la cui parte di potenza di calcolo va ceduta alla rete.

I computer a loro volta, per funzionare necessitano di maggior energia. La benzina di Ethereum è la sua valuta digitale Ether.

Dove comprare Ethereum: conviene su Exchange?

Se ti stessi chiedendo dove comprare Ethereum le soluzioni potrebbero essere due:

  1. Tramite società di scambi digitali, le cosiddette piattaforme di Exchange;
  2. Tramite i CFD (Contratti per Differenza) tramite broker autorizzati come eToro.

Nel primo caso, dovrai porre molte attenzione alle commissioni (sia su prelievo che deposito). Prima di comprare Ether, dovrai avere il suo portafoglio elettronico ufficiale, noto come wallet, che potrai scaricare sul loro sito ufficiale (Ethereum.org).

Su diversi exchange potresti persino comprare Ethereum scambiando una moneta fiat, ovvero una valuta nazionale come sterlina, euro o dollaro. Ma quale delle due soluzioni esposte precedentemente, è migliore?

I noti Contract for Difference sono a tutti gli effetti dei contratti, che ti consentiranno di depositare una somma di denaro su una previsione di mercato al rialzo o al ribasso. Ciò ti daranno l’opportunità di poter investire su Ether al di là che il suo valore salga o scenda (dipenderà dalla tua capacità di previsione).

Quest’ultima soluzione è senza dubbio una delle migliori, sicuramente anche rispetto all’acquisto tramite exchange. In ogni piattaforma di trading online autorevole, quest’ultima scriverà le sue avvertenze sui rischi.

Ti riportiamo di seguito un esempio lampante, che ti fa capire quanto sia un settore estremamente difficile:

Avviso di rischioI CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 7489% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

Minare Ethereum conviene o no?

Molti trader o aspiranti tali, si domandano costantemente: minare Ethereum conviene oppure no? Dipende dalle tue disponibilità economiche. Ogni miners deve disporre assolutamente di un PC con una potenza di calcolo elevatissima e del capitale sufficiente per sostenere le spese d’energia elettrica.

Se non avessi grossi budget, sicuramente sarebbe meglio investire in Ether e comprare tale valuta digitale tramite i CFD. Come abbiamo già detto, dipenderà dal tuoi budget e dai tuoi obiettivi.

Al di là delle ingenti somme di denaro, un altro elemento essenziale che non può mancare qualora volessi minare Ethereum, sono le competenze tecniche. Senza quest’ultime, non potresti avere la capacità sufficienti per svolgere l’attività di miners.

Investire in Ethereum conviene davvero?

Per investire in Ethereum prima di tutto, devi affidarti esclusivamente ai migliori broker online. Ancor prima però, devi studiare, impegnarti e formarti affinché tu possa capitalizzare il tuo denaro in totale sicurezza. Ma cosa significa?

Una piattaforma dev’essere autorizzata a poter operare finanziariamente. Qualora non avesse licenze dalla CONSOB o CySEC, il rischio sarebbe quello di perdere completamente i tuoi soldi.

Spesso tali truffe avvengono sfruttando i paradisi fiscali, anche noti come offshore. In tali piattaforme fraudolenti, i raggiri avvengono all’ordine del giorno. Qualora ciò accadesse, neppure la giurisdizione o magistratura italiana potrà intervenire in alcun modo. Ciò significa che perderai il tuo denaro e non potrai recuperarlo.

Prima di comprare la valuta digitale Ether, ci sarebbero diverse considerazioni da fare: quanto conosci questo criptomoneta? Quali sono le tue competenze in ambito criptovalute? Hai già esperienza nel trading online o sei un neofita?

Al di là di quali siano le risposte, sicuramente ti suggeriamo di investire in Ethereum solamente se fossi già ad un livello medio – avanzato. Se così non fosse, usufruisci degli account demo delle migliori piattaforme di trading e dei loro strumenti formativi.

Nonostante Ether sia collocata tra le maggiori capitalizzazioni (seconda dopo Bitcoin), non è detto che il suo andamento possa andare sempre per il meglio. A tal proposito, sfrutta i grafici in tempo reale ed effettuare una sana e buona analisi tecnica e fondamentale.

Restando in tema di broker autorizzati, stiliamo un elenco completo di tutti quelli a cui puoi appoggiarti senza rischi e che siano regolamentati dagli enti preposti.

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)