Home Piattaforme di Trading Quali sono le Migliori Piattaforme di Trading Online dell’anno

Quali sono le Migliori Piattaforme di Trading Online dell’anno

57
0
piattaforme_trading_online

Saper Individuare la Migliore Piattaforma di Trading

Devi sapere che, soprattutto per i trader inesperti, o che comunque si avvicinano per la prima volta al mondo del trading online, capire a quale piattaforma rivolgersi può risultare un’impresa piuttosto ardua. L’offerta è davvero vasta e ogni broker ha una sua peculiarità, che lo rende idoneo ad essere utilizzato da determinate tipologie di utenti. Questa guida si pone l’obiettivo di fare un pò di chiarezza sul trading online e di determinare quali siano le migliori piattaforme.

Migliori piattaforme di trading online: requisiti oggettivi e come scegliere

Come anticipato, l’offerta di broker per fare trading online è davvero ampia e scegliere non è per niente facile. I requisiti da rispettare e gli aspetti da tenere in considerazione per tale scelta sono molteplici e tutte le piattaforme che elencheremo di seguito li soddisfano pienamente. Ne abbiamo selezionate cinque, e l’ordine non rappresenterà una classifica.

consob_brokersInnanzitutto il primissimo requisito oggettivo che una piattaforma di trading online deve rispettare, è quello delle autorizzazioni che devono avere. I broker devono essere regolamentati ed autorizzati ad operare. Per quanto riguarda il nostro Paese, l’ente preposto a sorvegliare è la CONSOB. Le piattaforme di trading, per ricevere e mantenere le autorizzazioni, devono quindi rispettare le norme europee, che sono molto rigorose in materia. Tutta questa severità ovviamente è messa in atto per mettere al riparo da eventuali truffe, tutelando in ogni modo i capitali investiti.

Ma quello della sicurezza, per quanto fondamentale, non è l’unico requisito oggettivo da rispettare per le migliori piattaforme di trading online. Il consiglio difatti è quello di rivolgere la propria attenzione a broker gratuiti e che non applichino commissioni, perché questo di fatto è uno dei modi migliori per ottenere profitti reali. Il trading online, se fatto con responsabilità e la giusta formazione, può diventare a tutti gli effetti un’attività indipendente, e come ogni attività il fine ultimo è quello di massimizzare i profitti tagliando il più possibile i costi, in questo caso le commissioni.

Infine, ma non di minore importanza agli altri due requisiti, le migliori piattaforme di trading devono essere il più semplici possibili da utilizzare. Ovviamente un minimo di dimestichezza con i principali strumenti informatici, è necessaria per poter fare trading online, ma un aspetto user friendly di sicuro facilita l’approccio. Inoltre, proprio in funzione del poter prendere dimestichezza con i principali meccanismi del trading online, le piattaforme più serie offrono la possibilità di aprire dei conti demo gratuiti. In questa maniera sarà possibile testare sia la piattaforma che acquisire i fondamentali del trading, senza però rischiare i propri capitali in una fase dove non si è ancora pronti per operare con consapevolezza e responsabilità.

Una volta chiariti i requisiti oggettivi per le piattaforme di trading gratuite, imprescindibili per poter operare in sicurezza e semplicità, analizzando le piattaforme seguenti sarà possibile scegliere quella ideale alle proprie necessità sulla base delle peculiarità che la contraddistinguono. Ognuno dei broker analizzati difatti, offre delle particolari caratteristiche che possono aiutare l’utente ad operare al meglio, soprattutto sulla base del suo livello di preparazione, quindi se trader inesperto oppure esperto.

Per effettuare la scelta, inoltre, tra le migliori piattaforme di trading, si deve tenere presente che non è necessario questa ricada solamente su una piattaforma. Nessuno proibisce difatti di aprire più di un account, testarli per qualche tempo magari con i conti demo gratuiti, e solo successivamente cominciare a fare trading con la piattaforma con cui ci si trova più a proprio agio.

Lista delle migliori piattaforme di trading online

Finalmente possiamo arrivare a dare la risposta al quesito in oggetto, quello su quali siano le migliori piattaforme di trading gratuite per principianti, che tra l’altro coincidono con le piattaforme di trading professionali. Vogliamo ricordare che i cinque broker analizzati rispettano tutti i requisiti di cui abbiamo parlato precedentemente. Tali piattaforme sono: eToro, 24Option, Plus500, Trade.com, Markets.com.

  • etoro_brokereToro. Come abbiamo detto, ognuna delle piattaforme analizzate, ha una sua peculiarità che la differenzia dalle altre. Nel caso di eToro questo punto forte lo possiamo trovare nella semplicità di utilizzo e nell’essere riuscito a creare un ambiente confortevole per il trader inesperto. Il broker ha difatti creato il concetto di social trading. Sostanzialmente si parla di una sorta di forum dove gli utenti possono confrontarsi tra di loro, per condividere “gioie e dolori”, quindi le corrette strategie e gli errori da evitare. Questa condizione per chi si avvicina per la prima volta al mondo del trading online è davvero ideale. Inoltre eToro offre la possibilità di copiare le strategie dei trader più esperti, così da non ritrovarsi ad improvvisare.

 

  • 24option_broker24Option. Uno dei punti forti della piattaforma 24Option è sicuramente la quantità di materiale formativo messo a disposizione degli utenti. Webinar, eBook, guide e molto altro ancora saranno facilmente accessibili da chiunque decida di aprire un account presso questo broker. Il secondo aspetto che contraddistingue 24Option è l’assistenza, contattabile 7 giorni su 7, 24 ore su 24, sia online che telefonicamente. Inoltre non si viene mai lasciati soli, dal momento che dopo la registrazione viene assegnato un “account manager” dedicato, che potrà fornire tutte le risposte di cui si necessita. Infine, aspetto però comune a molti broker, l’importo minimo per poter cominciare ad operare è davvero contenuto: solamente €200.

 

  • Plus500 brokerPlus500. Andiamo subito al sodo. Il punto forte? L’estrema semplicità d’utilizzo. La piattaforma è ben progettata, intuitiva e le applicazioni sviluppate appositamente sia per Android che iOS sono aggiornate frequentemente. Il processo per l’apertura del conto è velocissimo, attuabile completamente in digitale e senza complicazioni degne di nota. Il broker, i cui uffici sono situati nel Regno Unito, consente di fare trading con i CFD, contratti per differenza, che permettono di guadagnare in entrambe le modalità, sia al rialzo che al ribasso. Altro aspetto fondamentale da considerare per la scelta di Plus500 è l’assistenza offerta, ottenibile tramite e-mail, ticket e telefono.

 

  • trade.com_brokerTrade.com. La piattaforma opera come broker di CFD e forex, sia in versione mobile che desktop. Oltre 2200 sono gli strumenti sottostanti messi a disposizione da Trade.com, tra materie prime, indici, coppie valutarie e azioni. Un aspetto fondamentale da considerare per la scelta è il Centro Formativo, dove sarà possibile ottenere tutti gli strumenti formativi per potere fare trading in massima sicurezza. A livello di semplicità di utilizzo il broker non ha nulla da invidiare rispetto ai suoi principali competitor, dal momento che sia la modalità desktop che l’app mobile risultano facili da usare e particolarmente intuitivi. Probabilmente questa piattaforma però è indicata ad un’utenza che ha già un minimo di dimestichezza con il mondo del trading online, dal momento che offre la possibilità di aprire tre tipologie di account, e la versione base di questi richiede un deposito minimo più alto rispetto ad alcuni concorrenti: 1.000 euro.

 

  • markets.com_brokerMarkets.com. Il broker permette di utilizzare MetaTrader, che di fatto può essere considerata la migliore piattaforma in assoluto per fare trading, fattore questo universalmente riconosciuto. Nel caso però non ci si trovasse a proprio agio con tale piattaforma, si potrà scegliere di operare con quella proprietaria di Markets.com. Le commissioni applicate dal broker, che ricordiamo basarsi sullo spread tra l’acquisto e la relativa vendita, sono davvero molto basse e sono applicabili anche sul conto demo, così da simulare al 100% il trading, sempre senza rischiare i propri capitali. Inoltre è opportuno specificare che per gli utenti più esigenti, la piattaforma mette a disposizione la possibilità di ottenere un servizio premium, con degli strumenti tecnici formativi avanzati, una consulenza personalizzata, una chat dedicata e molto altro ancora.

12 Suggerimenti per avere successo sulle Piattaforme di Trading online

scegliere_piattaforma_tradingDopo avere capito cosa sono i broker, come utilizzare le loro piattaforme, questa guida non sarebbe efficace se non spiegassimo come poter ottimizzare l’uso delle stesse piattaforme di trading. Non esiste una salsa segreta per investire, quindi non dovresti aspettarti che i nostri consigli di trading sui CFD ti facciano diventare ricco in tre settimane. Chiunque prometta successo sicuro rappresenta una frode. Alcuni consigli però’, come quelli che seguono, possono aiutarti a guadagnare.

  1. Utilizzare gli ordini stop-loss

Regola numero 1: utilizzare sempre degli ordini di stop-loss. Regola n. 2: utilizzare sempre gli ordini stop-loss. Regola n. 3: utilizzare sempre gli ordini stop-loss. Se vuoi ascoltare il nostro suggerimento sul trading on-line di CFD, il più efficace è questo: assicurati di limitare il rischio  utilizzando gli ordini stop-loss oppure degli ordini di stop loss a protezione della tua posizione.

  1. Utilizzare prima un account demo

Prima di iniziare a usare le piattaforme di trading online con dei soldi veri, ti suggeriamo di iniziare la tua carriera di trading in CFD con un conto demo, che viene di solito offerto dalla maggior parte dei broker. Quindi, se vuoi testare gratuitamente delle strategie di trading, prima di rischiare denaro reale, è un buon inizio se partirai con soldi virtuali. Prova prima a vedere se investire fa per te.

  1. Non smettere mai di studiare

Impara cosa fare, sia in termini di basi sul trading, sia in relazione al tuo investimento e gli assets sui quali vuoi puntare. Quindi non iniziare a investire prima di sapere cos’è , ad esempio, un ordine a limite o cos’è un ordine di mercato. Non scambiare CFD forex prima di aver compreso la differenza tra una quotazione USD / GBP e una quotazione GBP / USD. Inoltre, non pretendere di diventare uno specialista in tutti i mercati o con tutti gli assets, o di sapere tutte le tecniche di investimento. Scegli un numero limitato di strumenti e strategie e applica il tutto in maniera costante.

  1. Limitare l’utilizzo della leva finanziaria

È possibile utilizzare la leva finanziaria, molte volte è consigliabile e anche prolifico, ma quando si ha la possibilità, ti consigliamo di prendere in considerazione l’opzione di ridurre la sua forza a un livello accettabile in base al tuo profilo finanziario e a quanto puoi rischiare. 

  1. Utilizzare la giusta posizione monetaria

Alcune piattaforme non consentono di diminuire la leva finanziaria. In questi casi puoi abbassare il valore della tua posizione. Assicurati sempre di avere un livello di rischio idoneo. Ad esempio, se vuoi avere una posizione azionaria di 1.000 euro, ma la leva predefinita del tuo broker è a 5 e non può essere ridotta a uno, in questa situazione, abbassa la tua posizione di trading; quindi la tua posizione, compresa la leva, dovrebbe essere di 1.000 euro = 5 *euro 200. Dovresti usare solo 200 euro.

  1. Fai le tue analisi di mercato prima di iniziare

La tua vicina, Giovanna, racconta di quanti soldi riesce a fare con gli investimenti nell’oro. Questo non vuol dire che la tua vicina continuerà a fare soldi con l’oro, questo non vuole dire che anche tu puoi farlo, e in modo facile. Per prima cosa: leggi documenti che parlano dell’oro, consulta le notizie online sull’argomento e fai le tue analisi, fondamentali, tecniche o persino entrambe.

  1. Avere una strategia di trading

Assicurati di utilizzare una strategia per ogni posizione e prima di aprirla. Per esempio, devi sempre sapere come e quando uscire da una posizione, nel bene e nel male. Pensa a ogni potenziale scenario relativo al tuo investimento. Cosa succederebbe quando il prezzo di un titolo azionario dovesse aumentare del 5%? E se dovesse scendere del 5%? 10%? 60%? Sai cosa devi fare in ogni occasione? Questo è fondamentale.

  1. Non inseguire di tuoi risparmi

Assicurati di non iniziare a impazzire e ad aprire mille posizioni per recuperare soldi perduti. I maggiori errori vengono fatti proprio quando si inizia a diventare emotivi e ci si agita per le perdite. Si cerca di recuperare i capitali investiti, ma si finisce per perdere ancora più soldi. Stabilisci delle regole e rispettale. Ad esempio, se decidi di impostare il tuo stop loss del 10% al di sotto del prezzo di acquisto, non cambiare questo piano solo perché ti sei innamorato di un particolare titolo azionario.

  1. Fai in modo che la leva funzioni in modo vincente

Usando una leva maggiore puoi investire più di quello che hai in banca. Questa è una bella funzionalità ma richiede un utilizzo responsabile. Ricordi la crisi finanziaria del 2008 iniziata da persone che prendevano mutui troppo grandi, ma non avevano i fondi in banca? L’ipoteca in sé è uno strumento fantastico, puoi comprarti casa prima di mettere da parte i soldi. Ma devi saper prendere un mutuo solo se puoi ripagare la banca. Altrimenti, perderai la tua casa, e non solo. Investire e prendere soldi in prestito dai broker, funziona più o meno nello stesso modo.

  1. Aspettati sempre brutti periodi

Ci saranno dei giorni in cui i tuoi investimenti andranno contro quello che ti aspettavi; cerca di mantenere sempre una somma da parte nel tuo account e per essere sicuro di poter ottenere buoni risultati, specialmente nel caso in cui scattino richieste di margine.

  1. Non mettere tutti i tuoi soldi su un solo titolo azionario 

Gli investimenti in CFD possono aiutarti a speculare su una grande varietà di mercati e assets, quindi esistono sempre ampie opportunità di diversificazione. E devi assolutamente diversificare. Quindi, evita, ad esempio, di investire solo su società che si occupano di petrolio, o su altre nel settore immobiliare.  Se dovessi sbagliare, e avessi investito in una sola categoria, andrai in bancarotta su tutta la linea. Al contrario, investendo in vari settori, e diversificando anche sui vari titoli azionari di ogni categoria, il tuo rischio sarà distribuito in maniera più intelligente

  1. Scegli un broker affidabile

Avrai capito, dopo aver letto questa guida, che avere un buon broker di CFD può veramente fare la differenza nei tuoi risultati in borsa. Una delle cose più importanti da tenere sotto controllo sono le commissioni. Quando fai trading in maniera costante, le commissioni di trading possono rappresentare una grande parte dai tuoi costi. Assicurati che il tuo broker non ti stia costando troppo. Altro elemento da prendere in considerazione è quello della sicurezza. Evita le truffe. Ne abbiamo già parlato ampiamente. Abbiamo comunque preparato per te una lista dei migliori broker CFD del momento. Scegliendone uno di loro, puoi stare sicuro di non imbatterti in una truffa.

In conclusione

Guadagnare online, a patto di scegliere una tra le migliori piattaforme di trading, è possibile. È sempre bene tenere presente però che stiamo parlando di investimenti, che come tali comportano un fattore di rischio, quello di poter perdere quanto investito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here