Home Guide CAC 40, che cos’è e come investire su di esso da casa

CAC 40, che cos’è e come investire su di esso da casa

254
0
CAC 40
Fonte: Pixabay

CAC 40 è l’indice azionario francese che include i 40 maggiori titoli francesi sulla base della capitalizzazione di mercato Euronext Paris. Si tratta dunque di uno dei maggiori indici azionari internazionali e uno dei principali punti di riferimento per l’andamento dell’economia europea (insieme al DAX 30 tedesco, al FTSE100 inglese, al FTSE MIB italiano e all’IBEX35 spagnolo).

CAC40 è l’acronimo di Cotation Assistée en Continu, che si traduce in trading assistito continuo, ed è utilizzato come indice di riferimento per i fondi che investono nel mercato azionario francese. 

L’indice dà anche un’idea generale della direzione dell’Euronext Paris, la più grande borsa in Francia precedentemente nota come la Borsa di Parigi. Il CAC 40 rappresenta una misura ponderata per la capitalizzazione dei 40 valori più significativi tra i 100 massimali di mercato più elevati in borsa.

L’indice è simile al Dow Jones Industrial Average, in quanto è l’indice più comunemente usato che rappresenta il livello generale e la direzione del mercato in Francia.

L’indice CAC 40 (in inglese CAC 40 Index) rappresenta le 40 maggiori azioni quotate all’Euronext Paris in termini di liquidità e comprende società come L’Oreal, Renault, Total, BNP Paribas e Danone.

Sicuramente alcuni lettori si stanno chiedendo se è possibile agevole investire sul CAC 40. La risposta naturalmente è sì, e in questo senso possiamo innanzitutto consigliare di utilizzare un operatore di trading affidabile come eToro.

Se ti interessa avere un quadro generale dei migliori broker che operano nel settore, ecco una tabella di facile consultazione:

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

Importanza del CAC 40

IL CAC 40 è uno dei principali indici nazionali della borsa europea transfrontaliera, Euronext. Euronext è stato creato nel 2000 dalla fusione delle borse di Amsterdam, Bruxelles e Parigi. 

Euronext gestisce una varietà di borse situate in sei paesi diversi. La società gestisce il gruppo di scambio più liquido al mondo, con quasi 1.500 società quotate, che rappresentano una capitalizzazione di mercato totale di circa 3.800 miliardi di euro.

La capitalizzazione di mercato si riferisce al valore di mercato totale delle azioni in circolazione di una società. Comunemente indicato come market cap, viene calcolato moltiplicando le azioni di una società in circolazione per l’attuale prezzo di mercato di una azione. 

La comunità degli investitori utilizza questa cifra per determinare le dimensioni di una società, anziché utilizzare le cifre di vendita o di attività totali. 

Data la sua semplicità ed efficacia per la valutazione del rischio, la capitalizzazione di mercato può essere una metrica davvero utile per determinare quali azioni ti interessano e come diversificare il tuo portafoglio con società di diverso tipo.

CAC40 quotazioni online
Fonte: Pixabay

CAC 40, è un unico indice e conviene investire?

Il CAC40 è a capo di una famiglia più numerosa di indici di mercato francesi. Sotto c’è il CAC Next 20, che rappresenta le successive 20 più grandi aziende francesi per capitalizzazione di mercato.

Il CAC Large 60 combina entrambi questi indici, mentre il CAC Mid 60 elenca le prossime 60 più grandi aziende che non si qualificano per il Large 60. Entrambi gli indici Large e Mid 60 vengono quindi combinati per realizzare l’SBF-120.

Tutte le società francesi nell’universo degli indici che non si qualificano per questi sono incluse nel CAC Small. Gli indici CAC Mid 60 e Small sono uniti nel CAC Mid & Small. Infine, il CAC All-Tradable riunisce tutto quanto sopra in un unico indice.

Si può vedere dalla quantità di indici CAC che quando stiamo guardando il CAC-40, stiamo osservando l’eccellenza delle azioni francesi. Infatti, il CAC-40 rappresenta oltre l’80% del valore totale della capitalizzazione di mercato del CAC All-Tradable. 

Il CAC 40 è quindi un indice molto appetibile per un investimento. Ma perché dovresti investire su indice? Il vantaggio principale rispetto all’investire su azioni singole è legato al fatto che, fermo restando che ogni investimento ha un suo livello di rischio che va sempre considerato, il rischio è in questo caso segmentato, vale a dire che non è indirizzato a una sola azione, ma tutte le azioni dell’indice.

In altre parole, in questo modo non ti affidi alle sorti di una singola azione, che potrebbe avere variazioni improvvise e anche poco prevedibili, ma stai spalmando quel rischio su un intero indice di azioni, caratterizzato dunque di solito da minori (o più prevedibili) variazioni repentine.

Un modo piuttosto semplice per investire su un indice è utilizzare la piattaforma Etoro (clicca qui per andare al sito). Questo broker ci permette infatti di investire sui 13 principali indici internazionali, compreso il CAC-40, che troveremo indicato come FRA40. 

Si tratta di una piattaforma caratterizzata anche dalla sua facilità di utilizzo, che costituisce, insieme all’opzione di Social Trading  , uno dei motivi del suo successo. Tramite la piattaforma potrai anche seguire in tempo reali la quotazione del CAC 40

CAC40 Index Parigi
Fonte: Pixabay

Come funziona l’indice

La costituzione del CAC-40 è basata su diversi elementi. I più importanti di questi sono: 

  • La qualificazione della società per entrare nell’indice
  • La capitalizzazione di mercato rettificata free float delle società qualificate
  • Ponderazione
  • Velocità annuale rettificata Free Float

Esaminiamo ciascuno di essi:

Qualificazione

Le regole dell’indice affermano che per essere ammissibile alla selezione una società deve commerciare in Euro e avere Euronext Paris come mercato di riferimento.

In alternativa, una società può essere inserita anche se ha un mercato di riferimento diverso ma soddisfa altri criteri, come la significativa presenza commerciale in Francia. 

Questo è il motivo per cui attualmente ci sono due multinazionali nel CAC 40 che indicano Euronext Amsterdam come loro mercato di riferimento.

Capitalizzazione di mercato rettificata Free Float

Le società ammissibili al CAC-40 sono selezionate in base alla loro capitalizzazione di mercato rettificata per il flottante. Nella sua forma più basilare, ciò corrisponde al valore di mercato di tutte le azioni in circolazione di una società. 

Queste sono tutte le azioni emesse da una società, comprese quelle di proprietà di insider aziendali, amministratori delegati o amministratori, o holding sussidiarie. Per utilizzare la capitalizzazione di mercato di un’azienda, viene usata questa formula:

Prezzo delle azioni della società x numero di azioni in circolazione

Il fattore flottante ricalcola ie le azioni in circolazione sottraendo eventuali azioni limitate o strettamente detenute; pertanto, solo tenendo conto delle azioni teoricamente utilizzabili sul mercato (sono escluse anche le azioni non quotate in euro).

In questo modo l’equazione viene modificata in base alla formula che segue:

Prezzo delle azioni della società x (numero di azioni in circolazione – azioni strettamente detenute/limitate)

Ponderazione

Il CAC 40 è un indice ponderato,limitato al 15% massimo. Ciò significa che ciascuna delle 40 società rappresenta una percentuale dell’indice, ma non può rappresentare più del 15% del totale.

La ponderazione CAC-40 di una società è calcolata dividendo la sua capitalizzazione di mercato flottante per la capitalizzazione di mercato totale dell’intero indice. Attualmente, la più grande azienda sul CAC 40 ha una ponderazione di poco superiore al 10%.

Velocità annuale rettificata Free Float

Le società componenti il CAC40 devono avere una velocità annua di almeno il 20%. In termini semplici, ciò significa che una società deve vedere scambiate un certo numero delle sue azioni in circolazione a un certo tasso. 

In questo caso, la velocità si ottiene dividendo il numero di azioni vendute per il numero di azioni in circolazione rettificate a flottante. Questo numero viene calcolato giornalmente e sommato nel corso di un anno per trovare la velocità annuale.

Si possono investire nel CAC40 anche piccole somme?

Molte persone che si avvicinano al mondo del trading si chiedono se sia necessario mettere in gioco grandi investimenti per iniziare. La risposta in questo caso è: assolutamente no. Per investire nell’indice CAC 40, si può partire anche da piccole somme, in particolare approfittando dello strumento denominato CFD.

CFD è un acronimo che sta per Contracts for Difference. In sostanza, si tratta di uno strumento finanziario che ti consente di negoziare la differenza di un asset, in questo caso l’indice, nel mercato sottostante, da quando il contratto viene aperto fino alla sua chiusura.

Si tratta di uno strumento molto utilizzato nel trading online perché consente, tramite lo strumento della leva, di movimentare una somma minore rispetto a quella che sarebbe richiesta per un’operazione di trading tradizionale.

Un broker molto indicato per effettuare questo tipo di investimento è certamente IQOption (clicca qui per visitare il sito). E’ vantaggioso non solo perché ti consente di investire sull’indice utilizzando lo strumento del CFD, ma anche perché prevede un deposito minimo molto basso, di soli 10 euro. E’ dunque adatto anche per piccoli investitori e per chi, avvicinandosi solo ora al mondo del trading e i suoi corsi, voglia iniziare mettendo a rischio un capitale molto basso.

investire su CAC-40
Fonte: Pixabay

CAC 40, componenti

Tra le altre, le principali società quotate sul CAC40 includono: Total, Sanofi, L’Oreal, L’VMH, BNP Paribas, AXA, Airbus Group, Danone, Orange e Vinci. Le società dell’indice variano in capitalizzazione di mercato da 5 a 105 miliardi di dollari.

Inserimento nel CAC 40

La composizione e la supervisione dell’indice è effettuata  dal “Conseil Scientifique” che include rappresentanti dell’autorità di regolamentazione del mercato francese AMF (Autorité des Marchés Financiers), della Banca centrale francese e del Dipartimento del Tesoro francese, oltre che accademici ed economisti.

Per comparire nell’indice, le azioni devono soddisfare i criteri di capitalizzazione di mercato e volume di negoziazione sulla Borsa di Parigi dell’Euronext e gli emittenti devono mantenere attività “significative” o una sede decisionale principale in Francia. La nazionalità degli emittenti, tuttavia, non è considerata un criterio ostativo.

La misurazione della capitalizzazione di mercato si basa sul flottante delle azioni dell’emittente e l’indice richiede un flottante minimo del 15%. Quale indice basato sulla capitalizzazione di mercato, il CAC 40 differisce da alcuni altri importanti indici globali, come il Dow Jones Industrial Average o il Nikkei 225, che sono indici ponderati per i prezzi.

Composizione settoriale

Un’ampia gamma di industrie è inclusa nel CAC 40, che rappresenta una parte significativa dell’economia francese. Alcuni dei settori più rappresentati nell’indice includono  alberghi, compagnie aeree, prodotti chimici, telecomunicazioni, materiali industriali, acciaio, banche, assicurazioni, apparecchiature elettroniche, costruzioni, software informatico, supermercati, aerospaziale e della difesa, utenze elettriche, petrolio e gas.

Investire sul CAC40 oggi, formazione gratuita con ForexTB

Emerge sicuramente da quanto finora delineato l’importanza del CAC40 francese tra gli indici internazionali, e la sua posizione di centralità nell’economia europea.

Se vuoi provare a investire su questo importante indice ma credi di avere bisogno di maggiori informazioni tecniche e pratiche prima di iniziare delle operazioni vere e proprie e mettere in gioco dei soldi, è sicuramente utile la formazione fornita tramite guide, documenti, approfondimenti e un glossario del trader della quale potrai usufruire in modo del tutto gratuito registrandoti al broker online ForexTB.

Tramite ForexTB non potrai fare direttamente trading sull’indice ma potrai farlo tramite il CFD dell’indice, del quale abbiamo spiegato precedentemente nell’articolo il funzionamento e i vantaggi.

CAC 40, scegliere il tipo di investimento

Ci sono molti metodi diversi che è possibile utilizzare per investire nell’indice CAC 40, quindi dovresti prenderti il tuo tempo e trovare l’approccio che ha più senso per te, valutando ad esempio tra strumenti quali l’ETF, le azioni singole o i fondi.

ETF

Un ETF è un fondo di investimento negoziato in borsa. Un ETF si comporta come un titolo in molti modi, in quanto commercia durante le normali ore di mercato e contiene prezzi bid e ask che assomigliano proprio a quelli che troverai quando investi in un singolo titolo. 

Gli ETF sono però un tipo diverso di veicolo di investimento: possono detenere attività diverse, come singole azioni, obbligazioni o materie prime, oppure possono fungere da proxy per un indice azionario come l’indice CAC 40. Un ETF può essere un modo efficace e a basso costo per investire nell’indice CAC40, pur mantenendo la flessibilità di trading fornita con i singoli titoli azionari. 

Questo metodo di investimento è una buona idea se si desidera l’accesso alla diversificazione dell’indice, pur mantenendo la capacità di commerciare rapidamente e di avere addebitate tasse basse.

Azioni individuali

Un altro modo per investire nell’indice CAC 40 consiste è quello di rivolgersi a tutti i 40 titoli di cui l’indice tiene traccia.

In questo modo, puoi decidere quali azioni vuoi mantenere a lungo termine e quali vuoi vendere. Questo è qualcosa che non puoi fare se investi nell’indice nel suo complesso, poiché con un ETF o un fondo investirai nell’intero indice in una sola volta. 

Il rovescio della medaglia di questo approccio è che fare 40 operazioni separate per acquistare ogni azione porterà a maggiori commissioni di transazione.

Questo metodo di investimento può essere usato anche per testare tutte le azioni dell’indice CAC 40, e poi gradualmente ridurre tale elenco fino ad avere un numero minore di top performer. L’indice CAC40 è una buona opzione per scegliere per provare questo metodo di investimento, in quanto è molto meno pratico farlo con indici più grandi come il FTSE 100 che contengono molte più azioni.

Un metodo molto utile per investire su un portafoglio ampio come quello dei titoli del CAC 40 senza movimentare grandi somme e vedersi addebitate molte commissioni, è quello di utilizzare anche qui lo strumento del CFD. In questo modo, va precisato, non acquisterai direttamente l’azione, ma il CFD dell’azione.

Un broker che opera con CFD e può essere indicato per questo tipo di operazione, è Trade.com, al quale puoi iscriverti gratuitamente per testarlo cliccando qui. Il deposito minimo necessario per iniziare a fare trading è molto abbordabile, partendo da 100€.

Fondi comuni

Un fondo comune è un fondo di investimento gestito professionalmente che finanzia denaro da un gran numero di persone diverse, e poi investe quel pool di denaro in diversi beni per generare profitti.

Un fondo comune Indice CAC 40 (noto anche come fondo indice) offre lo stesso vantaggio che dà anche un ETF, in quanto si arriva a investire in 40 azioni contemporaneamente, ma è più difficile da scambiare.

A differenza degli ETF, i fondi comuni di investimento devono essere acquistati tramite una piattaforma di trading o direttamente dalla società che gestisce il fondo e possono essere eseguiti solo alla fine della giornata di negoziazione del mercato azionario. Un’altra cosa che vale la pena considerare è che, mentre un fondo comune sfida il rischio attraverso la diversificazione, significa anche che dovrai detenere sia le azioni con le migliori che quelle con le peggiori performance all’interno dell’indice CAC 40.

CAC 40, considerazioni finali

L’indice CAC 40 è uno dei più importanti indici internazionali ed è sicuramente indicato per investimenti, anche se si è ai primi passi nel mondo del trading, naturalmente commisurati alle proprie risorse.

E’ particolarmente importante rivolgersi a broker certificati e affidabili, visto che, grandi o piccole che siano le somme che investirai, stai comunque mettendo in gioco il tuo capitale. E’ per questo motivo che abbiamo preparato una tabella riassuntiva che potrà permetterti di mettere a confronto le piattaforme che riteniamo più affidabili, e le loro caratteristiche salienti:

  • Broker: eToro
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza: Cysec
    • Social Trading (Copia i migliori)
    • Scelta TOP criptovalute
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: IqOption
    Deposito Minimo: 10 €
    Licenza: Cysec
    • Interfaccia di ultima generazione
    • Deposito Minimo Basso
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: ForexTB
    Deposito Minimo: 200 €
    Licenza:
    • Scuola di Trading Gratis
    • Conto demo gratuito di 100.000
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)
  • Broker: Trade
    Deposito Minimo: 100 €
    Licenza: Cysec
    • Apri Conto con soli 100€
    • Metatrader 4 e 5
    *Terms and Conditions apply **Your capital is at risk (CFD service)

FAQ – Domande Frequenti

CAC 40

CAC 40 è l'indice azionario francese che include i 40 maggiori titoli francesi.
Per comparire nell'indice, le azioni devono soddisfare i criteri di capitalizzazione di mercato e volume di negoziazione sulla Borsa di Parigi dell'Euronext e le società devono mantenere attività "significative" o una sede decisionale principale in Francia.
La capitalizzazione del CAC40 ammonta a circa 1800 miliardi di euro.
No, ma è necessario che essa abbia una significativa presenza commerciale in Francia.